Con riferimento alla nota n. 4739 del 20 marzo 2020 il Miur fa il punto, sulle precedenti disposizioni dettate, in merito ai percorsi di istruzione degli adulti, in relazione all’emergenza epidemiologica attualmente in essere.

Esami di Stato a conclusione per primo periodo didattico del primo livello

L’esame di Stato a conclusione dei percorsi di primo livello, primo periodo didattico si svolge l’ultimo giorno utile del mese successivo all’adozione del provvedimento con cui viene disposta la ripresa delle attività didattiche, ovvero secondo tempi e modalità successivamente comunicati.

Frequenza minima del percorso di studio personalizzato (PSP)

Ai fini dell’accertamento della frequenza minima del percorso di studio personalizzato è previsto che, in sede di scrutinio finale, il Collegio docenti tenga conto nel deliberare le “motivate deroghe” della sospensione delle attività didattiche predisposta nell’ambito delle misure urgenti in materia di contenimento e gestione dell’emergenza epidemiologica da COVID-19 (nota n. 22381 del 31/10/19).

Commissione per la definizione del Patto formativo individuale

Per la definizione del Patto formativo individuale e per le riunioni della relativa Commissione, si fa riferimento alle disposizioni, di cui alla nota n. 279 dell’8/03/20, relative alle “Riunioni degli organi collegiali” che si intendono applicabili, pertanto, anche alle Commissioni previste dall’art. 5, comma 2, DPR 263/12.

Attività didattica a distanza

Per l’operatività della didattica a distanza, i CPIA potranno fare riferimento alle nota n. 278 e 279, rispettivamente del 06 e 08 marzo 2020.

** Con l’occasione, si segnalano la sezione predisposta dal Ministero dell’Interno dedicata alla Didattica a Distanza: https://www.istruzione.it/coronavirus/didattica-a-distanza.html, nonché per i percorsi di alfabetizzazione e apprendimento della lingua italiana “IL GRANDE PORTALE DELLA LINGUA ITALIANAhttp://www.italiano.rai.it/ predisposto dalla RAI, Ministero dell’Interno e Miur per i percorsi di primo livello secondo periodo didattico, infine, la piattaforma “ADULTI IN FORMAZIONE”, (http://adultiinformazione.indire.it/fad/) predisposta da INDIRE.

Al fine di supportare i CPIA, interessati dalla sospensione delle attività didattiche, i gruppi regionali PAIDEIA, costituiti presso gli Uffici Scolastici Regionali, si adopereranno per lo sviluppo della didattica a distanza, adottando tempestivamente, vista l’attuale fase emergenziale, misure di supporto accompagnamento, formazione ed assistenza remota per la diffusione e l’utilizzo di strumenti digitali di apprendimento a distanza; facilitandone l’utilizzo per docenti e dirigenti scolastici.

La D.A.D. (didattica a distanza), infatti, costituisce un’opportunità tesa favorire la continuità nell’azione didattica e, pertanto, va distinta dalle attività già programmate a distanza – ai sensi dell’art. 4, comma 9, lett. c, DPR 263/12 e, pertanto, non si rendono necessarie modifiche ai Piani di Formazione Individuale già formalizzati

La sospensione didattica comporta la sospensione di tutti gli interventi di ampliamento dell’offerta formativa e di ogni altra iniziativa già programmata a vario titolo (ad esempio: iniziative di educazione e cittadinanza attiva, inclusione e consulta – vedi DM 851/17, DM 721/18, ecc…).

Indagine sulle modalità di realizzazione e svolgimento della didattica a distanza

Il Miur comunicherà successivamente le date in cui sarà svolta l’indagine, tenuto conto quanto disposto con la nota che disciplina gli Interventi “Task Force emergenza Coronavirus” (n. 318 dell’11/03/20).

Personale ATA

In base a quanto previsto dalla nota che dispone le Istruzioni operative per il personale ATA (nr. 5196 dell’11/03/20) gli “assistenti tecnici provvederanno, in presenza, alla manutenzione del laboratorio di loro pertinenza, assicurando nei casi previsti la salvaguardia dei materiali deperibili, supportando altresì l’Istituzione scolastica nell’applicazione di forme di interazione a distanza” si intende applicabile laddove si è provveduto a disporne da organico, ovvero a prevedere la stipula di accordi tra istituzioni scolastiche.

I DS dei CPIA, sentito l’USR competente, possono disporre la chiusura delle sedi associate, in relazione alla specificità della struttura ed alle disposizioni relative all’assegnazione del suddetto personale.

Scuole carcerarie

In virtù della salvaguardia del diritto all’istruzione, attraverso la modalità di apprendimento a distanza, il Miur sottolinea la necessità di favorire, in via straordinaria ed emergenziale, le suddette modalità – come richiamato nella nota n. 278 del 6/03/20 e, confermato dalla nota n. 279 dell’8/03/20 – anche per i frequentanti i percorsi di istruzione degli adulto presso gli Istituti di prevenzione e pena. Pertanto, i gruppi PAIDEIA sosterranno i CPIA nell’individuare d’intesa con gli Istituti di prevenzione e pena interessati, le attività più adeguate ed opportune per svolgere la didattica a distanza presso le scuole carcerarie, tenuto conto, anche dei protocolli tra USR e PRAP competenti; particolare attenzione andrà rivolta alla tutela ed alla salvaguardia delle attività di istruzione dei minori.

Rendicontazione risorse ex 440/97

Per ciò che concerne il termine per la conclusione e rendicontazione delle attività, per la determinazione del Fondo per il funzionamento ai sensi del DM 851/17, è prorogata al 30 dicembre 2020.

Coronavirus, indicazioni sull'istruzione per gli adulti - Orizzonte Scuola Notizie

Ultimo aggiornamento: 07/12/2020 17:16 - Articolo visualizzato 58 volte - Autore:

Questo sito utilizza cookie tecnici, proseguendo nella navigazione accetti l’utilizzo di tali cookie.

Dettaglicookies